giovedì 4 agosto 2011

SEQUESTRATI BENI PER UN MILIONE DI EURO IN ABRUZZO

Beni per un milione di euro sono stati sequestrati, tra la provincia di Pescara e quella dell'Aquila, dai finanzieri del Gico di L'Aquila e dello Scico di Roma, nell'ambito delle indagini su un'organizzazione internazionale dedita al traffico di stupefacenti in Abruzzo, neutralizzata dalla Guardia di Finanza nell'aprile scorso. Il sequestro ha riguardato due appartamenti e rispettive pertinenze a Pescara e Montesilvano, diversi terreni edificabili ed agricoli nei pressi di Pescara e Campo di Giove, una decina tra auto di grossa cilindrata, un camper e due maxi-scooter. Nell'ambito della stessa inchiesta sono stati eseguiti nei mesi scorsi 8 arresti, in contemporanea tra l'Abruzzo e l'Olanda, nei confronti di un'organizzazione con ramificazioni anche in Germania. Sono stati sequestrati anche 115 chili di hascisc e 107 chili di marijuana, e sono stati individuati i canali di approvvigionamento, gli itinerari ed i metodi d'importazione della droga. Nelle indagini, condotte dai finanzieri e dalla Dda di L'Aquila sono coinvolte anche altre 11 persone. Dopo gli arresti, il gip Marco Billi del Tribunale dell'Aquila ha disposto il sequestro preventivo dei beni finiti nel mirino delle Fiamme Gialle, che non trovavano giustificazione nei redditi e nelle risorse finanziarie lecite di cui disponenvano gli indagati.

Nessun commento: