martedì 23 agosto 2011

TRUFFA DA 4 MLN DI EURO. 14 DENUNCE

Quattordici abruzzesi sono stati denunciati e beni per un milione di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di L'Aquila che hanno scoperto un sodalizio criminale dedito alla truffa ai danni di societa' di leasing. L'attivita' d'indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica ha consentito di ricostruire il collaudato modus operandi adottato per la realizzazione delle frodi. A capo dell'organizzazione, un soggetto aquilano con pregresse esperienze nel settore dell'intermediazione finanziaria, che acquistava, anche per il tramite di suoi prestanomi, immobili da persone che egli sapeva versare in difficolta' economiche e li rivendeva, successivamente, a societa' di leasing a prezzi notevolmente gonfiati e di gran lunga superiori al loro reale prezzo di mercato. L'organizzazione, per la realizzazione delle truffe, provvedeva a falsificare i contratti di compravendita di acquisizione degli immobili inducendo le societa' di leasing al riacquisto del bene ad un valore spropositato. Nel contempo, allo scopo di rendere appetibile l'affare, l'ideatore delle truffe sottoponeva alle societa' finanziarie un potenziale cliente interessato all'acquisizione del bene. Il piano criminale avrebbe fruttato all'organizzazione proventi illeciti per 4 milioni e 200 mila euro, proventi illeciti utilizzati dal capo dell'organizzazione per concedere prestiti a persone in difficolta' finanziarie. Le Fiamme Gialle hanno, quindi, provveduto a denunciare 14 soggetti, tutti abruzzesi, ai quali, a vario titolo, e' stata contestata l'associazione a delinquere finalizzata alla truffa, all'esercizio abusivo dell'attivita' finanziaria, al falso materiale, all'interposizione fittizia nonche' il riciclaggio.

Nessun commento: