venerdì 23 settembre 2011

GABRIELLI IN VISITA ALL'AQUILA

"Ci dobbiamo dare una mossa". Queste le parole del capo del Dipartimento della protezione civile, Franco Gabrielli, ex Prefetto dell'Aquila che a margine dell'inaugurazione della nuova sede di Corte di Appello aquilana, ha fatto il punto sulla ricostruzione post-terremoto. Gabrielli ha preso ad esempio il terremoto dell'Umbria e delle Marche, definito una dei sismi meglio gestiti, ricordando come anche in quella situazione ci sono voluti molti anni per tornare quasi alla normalità. Cio' non significa però, a detta del capo della Protezione civile, che non bisogna "darsi una mossa". Quanto ai controlli antimafia Gabrielli ha spiegato che "siamo ingenui se pensiamo che un giro di denaro cosi' importante non faccia gola in genere non solo alla criminalita' organizzata ma a quella meno organizzata. Quello che non e' consentito - ha aggiunto - e' che avvengano senza la possiblita' dei controlli e delle sanzioni". Infine intervenendo sul recente caso di tentativo di truffa aggravata relativa a 'fondi Giovanardi' per 12 milioni di euro destinati al sociale nel cratere del terremoto ha espresso cautela "Purtroppo l'esperienza ci insegna che le inchieste iniziano e non sempre finiscono e magari quello che rimane e' solo fango".

Nessun commento: