martedì 27 settembre 2011

MANOPPELLO: CORTO SU YOUTUBE PRESAGIO DELL'ASSASSINIO

"Dovevo soddisfare il mio istinto di uccidere". E' la battuta di un cortometraggio diretto ed ideato da Valentino Di Nunzio e che si è rivelata drammaticamente vera. Il giovane di 27 anni di Manoppello, domenica scorsa, ha ucciso la madre Maria Teresa Di Giamberardino, colpendola con un coltello da cucina per ben 5 volte. Ora sulla rete è saltato fuori un inquietante cortometraggio, intitolato "La dodicesima vittima". Nei dieci minuti girati a Pescara, al quale hanno partecipato anche il padre e il cugino del giovane, Di Nunzio si presenta come killer, che sceglie tra i passanti la sua vittima. Si introduce in casa sua e toglie dalla giacca un coltello da cucina. Sarà, invece, proprio la vittima prescelta a rivelarsi killer e ad uccidere con un'ascia il protagonista del corto. Insomma un film dell'orrore come un altro ma che alla luce del drammatico gesto del giovane di Manoppello, diventa un tremendo annuncio. Intanto mentre il Pm, Salvatore Campochiaro, titolare dell'inchiesta dovrebbe affidare all'anatomopatologo Sciarra l'esame sul corpo di Maria Teresa Di Giamberardino, si attende per oggi l'interrogatorio di convalida dell'arresto. Il Legale di Valentino Di Nunzio, l'avvocato Isidoro Malandra dovrebbe puntare la sua linea difensiva sulla richiesta di riconoscimento dell'incapacità di intendere del suo assistito al momento del tragico delitto. Sarà disposta una perizia per verificare le condizioni mentali di Valentino Di Nunzio.

Nessun commento: