mercoledì 7 settembre 2011

OPERAIO FOLGORATO. NON LAVORAVA, RUBAVA

Colpo di scena nell'ambito dellla morte bianca dell'operaio romeno avvenuta domenica scorsa. Aurelio Bostiog, 23 anni, non è stato vittima di un incidente sul lavoro nell'azienda agricola di Bugnara, come raccontato in un primo momento dal suo datore di lavoro, ma è stato ucciso da una scossa elettrica mentre stava rubando fili di rame in una linea dell'alta tensione nella zona di Avezzano. Insieme a lui c'erano il cugino e il titolare dell'azienda in cui il rumeno lavorava che per non correre guai inizialmente avevano cambiato la versione dei fatti, parlando di tragedia avvenuta sul posto di lavoro. I due però, messi alle strette nel corso dell'interrogatorio al quale sono stati sottoposti in commissariato a Sulmona hanno confessato di aver inventato tutto per nascondere il reato che stavano commettendo.

Nessun commento: